#

In occasione del Salone del Mobile 2017, i venti studenti di Creative Academy, la scuola internazionale di design del Gruppo Richemont con sede a Milano, lavorano sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca di Eligo per realizzare una collezione ispirata al legno, materiale naturale per eccellenza, e alle sue nobili lavorazioni, coniugando creatività e saper fare artigianale. L’esposizione ha come cornice d’eccezione il Museo Poldi Pezzoli, uno dei luoghi della cultura e dell’arte più amati dai milanesi e non solo.

#

Il progetto è promosso da Creative Academy in collaborazione con Fondazione Cologni dei Mestieri d’Arte e Museo Poldi Pezzoli, con il sostegno della prestigiosa Maison Van Cleef & Arpels, ancora una volta al fianco della creatività dei giovani talenti e del savoir-faire di eccellenza. Come ogni anno, i 20 studenti ammessi alla frequenza dell’esclusivo Master of Arts in Design and Applied Arts, provenienti dalle migliori scuole di design internazionali, si mettono alla prova in un progetto appositamente studiato per il Salone di Milano, coniugando creatività e mestiere d’arte. Sotto la guida di Alberto Nespoli e Domenico Rocca, i giovani designer sono chiamati a creare un’inedita collezione di oggetti in legno, legati al tema della natura e realizzati rivisitando forme e tipologie, attraverso due tecniche di lavorazione del materiale fra le più nobili e antiche: l’ebanisteria e la tornitura.

Tali tecniche, particolarmente versatili e affascinanti, vengono interpretate dai designer in chiave contemporanea e prendono vita in creazioni inedite grazie alle mani sapienti di due importanti maestri d’arte lombardi: Giordano Viganò, noto ebanista, nominato nel 2016 Maestro d’Arte e Mestiere (MAM), e Carlo Meloni, maestro della tornitura e punto di riferimento di designer e aziende per la sua lunga esperienza in questa tipologia di lavorazione del legno.

#

La scenografia progettata da Eligo nel magnifico Salone dell’Affresco accompagna gli spettatori, attraverso una suggestiva e poetica installazione visiva, tributo alla foresta simbolo di Madre Natura, nella scoperta di questa collezione inedita di manufatti.

La mostra, dedicata ai prodotti ma anche ai progetti, al making-of e allo sviluppo didattico del concept, frutto di un esercizio creativo fortemente contemporaneo, si pone anche in profonda sintonia con la tradizione italiana e milanese nonché con il patrimonio storico e artistico del luogo, con particolare riferimento alle preziose collezioni di ebanisteria e di arti applicate della casa-museo milanese, che divengono riferimento culturale e fonte di ispirazione. Grazie all’ospitalità del Museo, partner del progetto, la mostra resterà aperta al pubblico non soltanto durante la settimana del Salone, ma fino al 29 maggio 2017.

#

#