Paola Bacchi è una decoratrice d'interni di Roma che nel 2018, grazie al suo savoir- faire alla sua competenza, ha ottenuto il riconoscimento MAM-Maestro d'Arte e Mestiere della Fondazione Cologni. Ogni suo progetto è frutto di un appassionato lavoro di ricerca e approfondimento creativo, coadiuvato sia dalla capacità tecnologica e innovativa delle più grandi aziende del design italiano, sia dall’esperienza dei più raffinati specialisti di manufatti artigianali. Paola Bacchi si è occupata in particolare di progetti decorativi di ampio respiro in numerose residenze private e pubbliche di grande prestigio, San Pietroburgo, Mosca, Parigi, Vienna, Londra, Cap Ferrat...

Ci racconti la sua storia.

Sono sempre stata appassionata di manualità, ho sempre usato le mie mani come massima espressione di me stessa. Quando ho capito che volevo che la mia passione diventasse la mia occupazione principale ho studiato per diventare una decoratrice di interni. Mi sono diplomata nel 1996 e sono subito stata inserita nella squadra di decoratori che dovevano occuparsi di un'importante commessa in Medio Oriente, a Doha, e da lì la mia carriera è partita. Esercito la mia professione nel mio laboratorio nel quartiere Tuscolano di Roma, la vecchia sede di mio padre, artigiano anche lui.

Il territorio che mi circonda ha educato i miei occhi, che ormai restituiscono tutta la bellezza osservata negli anni.

La decorazione mi dà la possibilità di rendere visibile l'invisibile fatto di emozioni, sentimenti, sensazioni.

In che modo la decorazione le permette di esprimersi?

La decorazione mi dà la possibilità di rendere visibile l'invisibile fatto di emozioni, sentimenti, sensazioni. Utilizzare la forma e il colore in maniera più o meno libera esprime la mia sensibilità e personalità rendendo unico un ambiente. Amo anche il momento dell'ascolto del cliente, mi piace capire fino in fondo le sue esigenze e tramutarle in opere decorative rendendo lo spazio confortevole e accogliente.

Come coniuga la sua creatività con le richieste dei suoi clienti?

Mi ritengo una persona molto intuitiva ed empatica: con i clienti riesco a creare un rapporto di fiducia attraverso il quale riesco a proporre le mie idee adattate alle esigenze del committente. La mia creatività sta anche nel sapere trovare un'idea al tempo stesso bella e funzionale.

Quanto influisce il territorio nella sua opera?

Il territorio che mi circonda ha educato i miei occhi, che ormai restituiscono tutta la bellezza osservata negli anni. Chi è di Roma come me non smette mai di stupirsi: dietro l'angolo può aprirsi uno scenario straordinario. Tutto è arte e bisogna saperlo cogliere. Tutto ciò che ho “respirato” lo restituisco nella decorazione.

Come sceglie i materiali da utilizzare?

Li scelgo in base ai miei progetti. Sperimento sempre materiali nuovi che possano garantirmi un ottimo risultato durevole nel tempo. Quando realizzo i miei quadri, l'innesto dei materiali e il loro specifico trattamento sono il frutto della mia ricerca, che porta a una scelta ben precisa.

Qual è il lavoro a cui è particolarmente affezionata?

Penso a un lavoro che è stato realizzato per uno studio di architettura per il quale ho lavorato 10 anni. È stato un lavoro grande e importante in Russia, in cui il mio ruolo era quello di progettare e trovare soluzioni tecniche per le più svariate richieste e seguire team di bravi decoratori che prestavano la loro opera: coordinare tutti, trovare soluzioni tecniche e decorative che spaziavano dall'uso della tela alle boiserie in legno decorate, cercare un'armonia nei tempi e nel progetto totale nel rispetto di tutti gli attori del lavoro.

Come trae ispirazione per le sue opere?

Il mio lavoro è talmente vario che a seconda delle richieste mi lascio guidare dalla mia intuizione. La natura ha un ruolo importante. Osservare il connubio dei colori e la luce che gioca sugli oggetti è sempre un grande insegnamento, ma bisogna avere occhi per saper guardare il mondo che ci circonda, cogliendone i particolari.

Paola Bacchi

Paola Bacchi

Paola Bacchi

Paola Bacchi

Paola Bacchi

Paola Bacchi