Prosegue con tenacia e con buoni risultati ad oggi l'azione congiunta delle Scuole di arti e mestieri italiane lanciata da ALMA, La Scuola Internazionale di Cucina Italiana e sostenuta da Fondazione Cologni.
L'appello di questa rete di istituti di eccellenza alle istituzioni nazionali e regionali per una riapertura a breve, basata sull'evidenza della specificità della didattica, necessariamente fondata sulla pratica e sul laboratorio, sta dando ottimi frutti, e già diverse Scuole hanno ripreso la loro attività in Lombardia, Veneto, Friuli, Campania, Emilia Romagna. 
Tornare a insegnare il prima possibile nel pieno rispetto delle norme di sicurezza: questo il tema della richiesta portata avanti dalla rete sia in modo congiunto sia individualmente sui territori, dialogando con le istituzioni regionali. Ciò ha portato al riconoscimento fattivo, finora parziale ma importante, dell'Appello e delle sue motivazioni, vitali per la sopravvivenza stessa di queste Scuole, depositarie di un saper fare unico al mondo.
Oltre venti le prestigiose realtà formative aderenti alla rete con Alma: dall'Accademia del Teatro alla Scala all'Accademia Nazionale dei Sartori, dal Politecnico Calzaturiero alla Scuola di Restauro di Palazzo Spinelli, dalla Scuola dei Mosaicisti del Friuli al MAC di Biella, dall'Associazione Villa Fabris alla Scuola del Cuoio e ad Arsutoria School, per citarne solo alcune.


La riapertura di molte di queste Scuole, fiore all'occhiello del nostro sistema formativo e base del nostro miglior made in Italy, è un bellissimo segno di speranza e di ripresa dopo la crisi, e speriamo che in tempi brevi tutte le Regioni si allineino nell'accogliere questo fondamentale Appello a supporto del nostro grande saper fare e della sua trasmissione.