Nove i progetti eccellenti che con creatività e coraggio guardano oltre la crisi: è questo il risultato più importante raggiunto dal “Premio Maestro di Mestiere”, giunto alla sua seconda edizione. Promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Biella in collaborazione con l’Associazione Fatti ad Arte e con il sostegno del Gal Montagne Biellesi, il Premio nasce con l’intento di sostenere i maestri artigiani del territorio in un momento di profonda crisi. Un'edizione ampliata nei contenuti e nelle collaborazioni, a dimostrare il valore del Premio come importante strumento di promozione per l’Artigianato Artistico del territorio e nel contempo contributo a supporto e sostegno delle attività delle tante botteghe che nel Biellese testimoniano il valore del mestiere artigiano, rappresentato da Biella Città Creativa Unesco proprio per artigianato e arte popolare. In quest’ottica il Premio ha voluto ispirarsi agli obiettivi dell’Agenda ONU 2030, in particolar modo alle tematiche legate alla sostenibilità.

La Commissione, composta da importanti esperti nel mondo dell'artigianato artistico italiano, fra cui Fondazione Cologni, si è così espressa: vincitore del Premio di € 4.000,00 nella categoria Artigiani Senior: Davide Furno, ceroplasta, con il progetto “Una nuova Pomona italiana”; vincitore per la categoria Nuove Aperture con un premio di € 2.500,00 la giovane liutaia Carolina Venturin, già tirocinante di Fondazione Cologni, con il progetto “Artigianato moderno tra tradizione e innovazione”; menzione speciale per la Rete di artigiani: Nicola Artiglia, orafo e gioielliere, con il progetto “Corsi e Percorsi”.

I premiati parteciperanno all'annuale mostra "Fatti ad Arte", che avrà luogo a Biella, con la curatela di Patrizia Maggia, dal 7 al 9 ottobre 2022

premio_fatti_1.jpg

premio_fatti_2.jpg

premio_fatti_3.jpg